Unreal Engine 4 nella visualizzazione architettonica

Unreal Engine 4 è un motore grafico già largamente utilizzato nel settore videoludico, ma che per le sue caratteristiche di foto-realismo trova un’ottima collocazione anche nell’ambito della visualizzazione architettonica. Oltre a dare uno strumento al professionista, consente al committente di entrare nel nuovo edificio prima che venga realizzato.

Il suo funzionamento è basato su un feedback in tempo reale della scena. Al modello 3D vengono applicati i materiali dei quali si vuole riprodurre il comportamento fisico. Una volta curati tutti i dettagli è possibile esportare il progetto per essere esplorato, come fosse un videogame, sulla maggior parte dei dispositivi: pc, tablet o smartphone. Utilizzando una semplice interfaccia, ci si può spostare all’interno del modello, entrando negli ambienti, verificando i dettagli. La realtà virtuale, in questo caso, consente di vivere la casa intervenendo sulle eventuali modifiche da apportare. Esplorando le stanze è possibile rendersi conto di come sarà l’immobile nella realtà e sarà possibile richiedere di revisionare alcune parti. É un modo conveniente di presentare un progetto, perché permette di essere sicuri di quanto si va a creare, prima che inizino i lavori.

Unreal Engine 4 è programmabile com un videogame

ue4
Le potenzialità del software sono moltissime. Esplorando il progetto, non solo si può visionare lo spazio nel suo insieme, ma è possibile raggiungere ogni angolo e verificare da vicino l’aspetto e la funzionalità di oggetti, decori e arredi. Essendo un motore grafico è possibile programmare l’interfaccia che meglio si addice alle mostre esigenze. Per esempio è possibile impostare diversi tipi di arredi, scegliendoli tra quelli selezionati dal cliente.

Cliccando sull’elemento da modificare, come ad esempio il pavimento, le pareti, una sedia o il lavabo della cucina, si apre un menu a tendina che consente di cambiare l’oggetto. A quel punto il software attua la modifica e si può vedere direttamente come l’arredo assume un nuovo aspetto. Si può così decidere con maggiore facilità quale tipologia di acquisto sia meglio per l’alloggio. Questo tipo di azione si applica anche per l’esterno, come ad esempio le luci o gli arredi del giardino.

Dal videogioco all’arredamento con Unreal Engine 4

La realtà virtuale nasce dal mondo dei videogames, trovando terreno fertile per le esperienze di simulazione e intrattenimento, ma oggi ha cominciato a far parte dei settori dell’architettura e dell’arredamento. Si tratta del miglior modo per vedere direttamente il risultato, in maniera tangibile. Anche nella nostra azienda facciamo largo uso di questa tecnologia. Sfruttando le potenzialità di un motore grafico come Unreal Engine 4 è possibile dare all’esperienza un coinvolgimento maggiore e massimizzare la funzionalità della posa dei singoli elementi. 

Si visiona l’eventuale ingombro che un mobile può causare, spostandolo o cambiandone il modello per rendersi conto di come interagisce con l’ambiente. É un po’ come giocare, ma in realtà si risparmiano tempo e denaro, con un prodotto assolutamente efficace. Riesce a eliminare buona parte dei rischi che si corrono quando si progetta sulla carta e si visita l’immobile solamente con la propria immaginazione e la creatività.