Pranzo nordico

Un ambiente accogliente, con toni chiari e naturali. Il legno e la stoffa regalano una sensazione di reale, autentico. 

Abbiamo dato particolare risalto ai dettagli dei materiali e alla loro modellazione. Come il drappo di stoffa morbidamente adagiato sulla sedia e il calore del legno che contrasta i colori dell’arredamento.

Per lavorare a questo progetto ci siamo immediatamente affidati ad alcune immagini di riferimento, indispensabili per avere fin da subito un’idea chiara del risultato finale e non divagare. Utilizziamo molto questo metodo di lavoro, perché ci permette di avere una linea guida sicura ed evita di perdere tempo con infruttuosi cambi di idee. Quindi abbiamo dedicato una considerevole parte del processo nel valutare e scegliere le immagini a cui ispirarci per poi lavorare sugli oggetti, materiali, illuminazione, palette cromatica.

Una volta decise le foto di riferimento abbiamo lavorato su ogni singolo oggetto. Alcuni oggetti erano già presenti nel nostro archivio e necessitavano solo di qualche modifica, altri erano su archivi online come Sketchup 3D Warehouse mai abbastanza apprezzato per la sua vastità di contenuti gratuiti, oppure abbiamo modellato l’oggetto da zero secondo le nostre esigenze.

 

su1

 

Generalmente non ci piace affidare alla casualità le nostre intenzioni e quindi per le le immagini sulle pareti, Gianluca Gasperoni, un fotografo molto bravo e coinvolgente con il quale abbiamo un rapporto fraterno,  ci ha permesso di utilizzare alcune foto dal suo portfolio. Come software di modellazione abbiamo utilizzato SketchUp Pro 2016 che, nonostante a volte venga tenuto poco in considerazione rispetto a software come 3D Studio Max, in realtà si rivela pratico, efficace e davvero molto veloce nella modellazione architettonica. Con l’aggiunta di qualche plug-in si rivela una soluzione con ben pochi compromessi. Per renderizzare la scena abbiamo utilizzato V-Ray per SketchUp.

Per modellare la coperta adagiata alla sedia abbiamo semplicemente importato in formato .DAE il modello della sedia all’interno di Marvelous Designer, così da avere una base su cui lavorare.

 

marvelous

 

Soddisfatti della posizione e delle pieghe del tessuto abbiamo esportato tutto in .FBX ricontrollando che fosse tutto ok attraverso 3D Studio Max.  Importato già texturizzato nel progetto di SketchUp il modello era già pronto per essere renderizzato.

 

3ds

 

Per l’illuminazione abbiamo utilizzato un trucchetto molto utile quando vogliamo dare un’illuminazione diffusa ma allo stesso tempo abbiamo paura che il rumore diventi incontrollabile.

Invece che utilizzare delle area light abbiamo messo un two sided material fra le aperture e la fonte di luce. Questo permette di illuminare l’esterno con un hdr molto diffuso, come un cielo coperto overcast, e di lasciare filtrare all’interno la luce in modo uniforme e senza noise. Abbiamo utilizzato questo metodo sia sulla parete laterale da dove abbiamo principalmente illuminato la scena e sulla finestra.

 

su5

 

Una volta renderizzato, avendo già investito parecchio tempo sulla cura delle texture, era già tutto molto bilanciato e una volta enfatizzate le ombre con le curve di Photoshop l’immagine era pronte.

Speriamo troviate il progetto gradevole e che possiate trovare interessante il metodo di lavoro con cui l’abbiamo realizzato. Per ogni curiosità potete contattarci qui e saremo lieti di esservi d’aiuto.

 


Scopri il progetto Pranzo nordico